La valigia del cane

Alessandro Manduzio

Compagni inseparabili e sempre desiderosi di partecipare alla varie attività quotidiane i cani sono da tempo ormai considerati a pieno titolo membri effettivi del nostro nucleo familiare. E cosa contraddistingue una famiglia se non il piacere di farsi anche una bella vacanza tutti insieme??

Alcuni consigli per l'organizzazione della loro valigia:

 

 

1 Documenti

Come per noi la carta d'identità è essenziale per gli spostamenti ed è la prima cosa che ci chiedono una volta arrivati nel luogo prescelto per la nostra villeggiatura, così non dimenticare la documentazione del nostro cane è importantissimo. Certificato di iscrizione all'anagrafe canina dove viene riportato il numero del microchip (andare dal veterinario per verificare la corretta lettura sul cane) e libretto sanitario con tutte le vaccinazioni in regola, utile fra l'altro per entrare in qualsiasi luogo che richieda la garanzia di un cane in buona salute, per esempio una spiaggia dedicata. Ovviamente se si va all'estero serve il passaporto da fare qualche settimana prima della partenza affinchè l'antirabbica sia considerata valida ( maggiori info sul passaporto leggere  QUI).

 

2 Il Guinzaglio

Gli strumenti per portare a spasso il nostro cane sono indispensabili nella vita di tutti i giorni a maggior ragione quando si è in vacanza dove le regole sono esattamente le stesse e tenere un cane sciolto in luoghi pubblici è sempre un rischio oltre che essere vietato dalla legge che ricordiamo impone guinzaglio di una determinata lunghezza e museruola da indossare sempre e solo su richiesta. (per conoscere gli obblighi di legge cliccare  QUI )

Uno degli oggetti al quale non si pensa mai quando si è in procinto di partire è proprio un guinzaglio (anche pettorina o collare) di riseva da portare all'occorrenza in caso di perdita o rottura improvvisa.

 

3 Le ciotole

Se vogliamo risparmiare un po' di spazio nel portare le sue solite ciotole per acqua e cibo possiamo prendere in considerazione l'acquisto di pratiche ciotole da viaggio in gomma che hanno la caratteristica di aprirsi a "fisarmonica" per l 'uso e richiudersi facilmente occupando in valigia il posto di un comunissimo piatto piano senza bordi. Durante il tragitto potrebbe essere utile servirsi di una boraccia (utile anche per le escursioni) dove tenere l'acqua in modo da averla a portata e sempre fresca.

 

 

4 L'alimentazione

Afa, raggi del sole diretti, spostamenti vari tra auto o altri mezzi... per le crocchette sarebbe utile comprare dei pratici (meno ingombranti di quel che si pensa) contenitori ermetici preservando in questo modo il più possibile la freschezza del prodotto. Se invece abbiamo calcolato di rifornirci nella nostra meta finale di villeggiatura, converrebbe come prima cosa mantenere il più possibile la stessa alimentazione di sempre, non tentando sperimentazioni culinare di fortuna ed in secondo luogo portare comunque da casa cibo di riserva, almeno per i primi tre giorni, condiderandolo come una misura "paracadute" contro gli imprevisti. Chesia naturale o industriale è discorso logicamente valido per qualsiasi tipo di alimentazione.

 

5 Oggetti personali

Una vacanza di un week end o più in fondo è come un piccolo trasloco, il cane perde i suoi punti di riferimento e le sue abitudini. Ci saranno sicuramente tanti nuove attività da apprendere e cose da fare ma portare uno dei suoi peluche preferiti e qualche gioco di casa può aiutarlo a sentirsi meno spaesato. Utilissimo in questo senso una sua coperta. il tappetino dove dorme abitualmente o magari una vecchia maglietta con il nostro odore da lasciargli vicino le volte che dobbiamo inevitabilmente lasciarlo da solo in un ambiente nuovo come può essere appunto una stanza d'albergo o una casa affittata . Da non sottovalutare che i gestori o proprietari dell'immobile potrebbero proprio richiederci espressamente l'uso di un telo per coprire letti o divani.

 

6 Toeletta

Relax per noi, divertimento per il nostro cane ma le buone abitudini non riposano mai! Nella valigia non dovrebbe quindi mai mancare la nostra fidata spazzola/cardatore, salviette umidificate per qualsiasi evenienza ed uno spazzolino se siamo abituati a lavare regolarmente i denti. Prevenire è sempre meglio che curare e se la nostra meta è balneare, un'altra cosa da consigliare è un asciugamano per togliere l'umidità a fine giornata scongiurando in questo modo possibili problematiche relative alla coda (mettere link articolo coda fredda). Utile anche uno shampoo (rigorosamente per cani) da usare l'ultimo giorno prima del fatidico ritorno a casa; per l'uso che ne dobbiamo fare, da portare in quei comodi mini-flaconcini da viaggio studiati nomalmente per il bagaglio a mano dei voli di linea. Ricordando di evitare sempre le ore centrali e più calde della giornata, per chi preferisce l'avventura e muoversi in spiagge e posti più isolati, in mancanza di spazi d'ombra naturali, potrebbe rivelarsi molto utile portare un ombrellone da casa.

 

7 Kit medico

Costruire un rapporto di fiducia con il proprio veterinario è sempre alla base di qualsiasi convivenza canina che si rispetti, avere con sè il numero di telefono di una persona amica che può consigliare e che conosce le varie problematiche del nostro amico può fare la differenza in una situazione di emergenza e dovrebbe essere la prima cosa da non dimenticare. Lo è ancor di più conoscere in anticipo eventuali ambulatori o cliniche di pronto soccorso nelle vicinanze (per un elenco cliniche H24 cliccare  QUI). Per l'applicazione degli antiparassitari, che siano sotto forma di pipette o collari, assolutamente da non preoccuparsene soltanto il giorno prima della partenza, dato che per essere pienamente effettivi hanno bisogno di tempo. In ogni caso in un kit generico che si rispetti non dovrebbe mancare garze, disinfettante per le ferite, pinzette (zecche, forasacchi, spine ecc ), antidiarroici ed antiemetici.   (Uteriori consigli QUI  )

 

8 Gps

Non è certamente obbligatorio avere un sistema di tracciamento gps per un viaggio ma, proprio perchè parliamo di un luogo non familiare, in caso di improvvise situazioni di panico (i botti per festeggiare ferragosto ad esempio), può essere la soluzione più pratica in caso di smarrimento. Per il resto, non dimentichiamo mai di controllare che la piastrina del collare sia leggibile.

style="display:block"
data-ad-client="ca-pub-9102646979890169"
data-ad-slot="5261036333"
data-ad-format="auto">

Buon viaggio e buon divertimento!

 

Commenta con Facebook

Altri Articoli che potrebbero interessarti

 

I Comandi di Base: Seduto, Terra, Resta, Vieni.

Dopo aver dato uno sguardo alla prima parte dell articolo con COMAN

 

Comandi di Base: Uno sguardo generale

Ai cani piace imparare questo è certamente un dato di fatto ed insegnare al cane ad ascoltarci mediante alcune semplici richieste non è solo appagante ma contribuisce a rinforzare quel legame così

 

Perché il cane mi ruba le Scarpe e le Ciabatte?

Il Cane e le nostre calzature.... un amore così grande e talvolta "morboso".

 

Essere un buon Leader

Come essere un buon leader e farsi ascoltare dal proprio cane? Ma soprattutto cosa vuol dire veramente essere leader?