There is Love... is Spring. La Storia di Kaira

Ida Blotta
 
Cara Kaira, un giorno racconterò di te... a chi avrà voglia di conoscere la tua storia. Il cucciolo con il pannolino e i tuoi tanti interventi chirurgici a soli tre mesi. Piccola Kaira tu che hai sempre lottato contro la tua malattia e sei vissuta "mordendo" la vita!!! Dal primo giorno in cui ti abbiamo vista non abbiamo mai smesso si amarti io e il tuo papà Alessandro D'Amico,  sei il nostro amore più grande. Averti accompagnata nel tuo breve ma intenso cammino della tua vita è stato un dono, tu sei un ANGELO che è vissuto con noi per 2 anni e 9 mesi. Giovane bella Kaira tu sarai per sempre per noi la nostra "Primavera" perfetta. Il 30 agosto scorso hai lasciato un vuoto incolmabile dentro di noi. Arrivederci Kaira... "There is love, it's Spring". kaira cucciola

Kaira è nata con ureteri ectopici intramurali ed extramurali, un cane che difficilmente avrebbe trovato una famiglia così io e mio marito amici dei suoi allevatori decidemmo di adottarla,  nonostante avessimo già un Golden Retriever ,Ramí, di appena 7 mesi. Fu subito colpo di fulmine lei una cucciola grossa e bellissima, un orso non un golden  Così desiderosa di amore e di dare amore.
Gli allevatori decisero di farla operare presso la facoltà Universitaria della mia città. Sbagliatissimo... in quanto non avrebbero mai potuto eseguire un intervento così difficile e senza strumenti adatti per tali casi. In breve Kaira a tre mesi è stata operata e si dimenticarono di inserire gli "stent" negli ureteri... svegliatasi dall'intervento lei piangeva e non ha urinato per 48 ore... riaperta d'urgenza notarono che gli ureteri si erano inginocchiati, così le misero gli stent. 
Purtroppo però i reni (già non sani dalla nascita) andarono in idronefrosi. Inoltre la sua incontinenza continuò incessantemente. 
Io e mio marito abbiamo preso l'iniziativa e dopo poco l'abbiamo portata a Roma alla clinica Roma Tre dal dott. Stefano Nicoli. Lessi su internet che è specializzato in ureteri ectopici. Così dopo due viaggi a Roma Kaira è stata operata in endoscopia e da allora l'incontinenza è passata.
Delle volte ci sono sorti i dubbi che se l'avessimo portata da subito da loro forse Kaira sarebbe vissuta un po’ di più, in quanto i primi interventi a Bari le hanno provocato idronefrosi e continue infezioni batteriche... costringendola ad assumere tante dosi di antibiotici.
Periodicamente le abbiamo fatto ecografie ed esami del sangue fin quando a quasi due anni di età i valori dell'urea e della creatinina non sono aumentati, con diagnosi di insufficienza renale cronica. È stato come vivere nella continua attesa di un lutto.
Le corse fatte a Roma per ricoverarla... poi nuovamente a casa e le cure fatte anche la domenica dal nostro veterinario di fiducia.kaira
Fin quando il 30 agosto 2017 non abbiamo preso la dura decisione di lasciarti andare... Kaira che in tutti gli anni della sua malattia non si è mai lamentata, mai avremmo voluto sentirti e farti soffrire. Così la scelta dell'eutanasia... è stato un momento di dolcezza in cui ti ho percepita dentro.
Kaira era un vulcano d'affetto e di amore. Si faceva conquistare da tutti... con la sua simpatia.

Piccola Kaira aveva uno sguardo unico, profondo, delle volte la trovavo seduta sulla sedia o sul tavolo della cucina a fissarmi profondamente. Era un uragano nonostante i suoi valori sballati o l'ago - canula nella zampa, durante le terapie, riusciva a  distruggere il divano del salone che abbiamo rifatto foderare ben 5 volte. Ma non l'abbiamo mai rimproverata. Il suo colore preferito era il fuxia, colore che la seguirà dalla nascita fino alla sua morte. E a me piace pensare sia un segno di qualche forza divina. La cucciola dal nastrino fuxia all'allevamento, la palla fuxia preferita, l'unico gioco per cui si alzava gli ultimi giorni della sua malattia, e il cielo fuxia di cui si colorò lo scorso 30 agosto mezza Italia. A me piace pensare che fosse un suo segno per dirci che ora è ovunque nell'infinito per noi e per tutti. Io sono sicura che Kaira fosse un ANGELO per tutti quelli che l'hanno conosciuta.

 

Commenta con Facebook

Altri Articoli che potrebbero interessarti

 

Otto, piccolo guerriero della vita

Oggi vi racconto una storia..la mia!
Mi chiamo Otto, sono un Golden Retriever e da poco ho compiuto un anno!!

 

La Storia di Joy e Lizzie

Vi racconto una storia di due splendidi golden e di come i loro destini si incrociano magicamente...

 

Hope, una Speranza nel Cuore

Era fine Dicembre 2017 quando mi hanno detto che non c’era più battito, procediamo con il raschiamento. Così da un momento all’altro senza sintomi.

 

Benvenuta a Casa Sara

Voglio raccontarvi la nostra storia e di come l’adozione di Sara ci abbia cambiato la vita.