La Storia di Joy e Lizzie

Simona Cassoni
Vi racconto una storia di due splendidi golden e di come i loro destini si incrociano magicamente... Il grande Joy era un golden di quelli veramente belli, dolcissimo, unico come tutti i dorati: era la mia ombra, la mia anima.
A 13 anni suonati Joy mi ha lasciata, dopo terribili sofferenze, ho preso per lui l'unica decisione possibile... E la mattina del 9 agosto scorso è volato sul ponte. Un pezzo di cuore è volato con lui... Pur avendo altri due pelosi, un golden è diverso, si fonde con te per sempre.
L'ho sognato due notti dopo, sbucava dall'angolo della strada correndo finalmente... Mi ha fatto mille feste ed è andato via di corsa come se fosse preso in un gioco.
Mi sono svegliata felice, ho pensato che finalmente ora correva di nuovo!joy
Giorni dopo una mia amica mi fa sapere che ha un amico allevatore vicino Rieti... Erano nati 7 cuccioli, indovina quando? Il 10 agosto, la notte di San Lorenzo, il giorno dopo che Joy era andato via... Li per lì ho solo pensato "ma guarda che casualità".. Ma non ci ho più pensato a quei cuccioli, che sarebbero stati pronti per metà ottobre.
A fine settembre risogno Joy bagnato, era stanco, sdraiato, mi chino sopra di lui per mettere la mia fronte sulla sua come facevo sempre e sento la sua voce che mi dice "ma insomma, mi vieni a prendere o no?" e io stupita gli chiedo "dove devo venire a prenderti?" ma il sogno finisce li... Il giorno dopo ripenso a quei cuccioli... Chiedo se ne hanno ancora qualcuno... 2 femmine.. Ed io femmina la volevo avendo già 2 maschi.
Parto col mio compagno e vado vicino Rieti all'allevamento... Un' emozione indescrivibile: imbocchiamo una strada sterrata e 8 golden ci corrono incontro, si affacciano ai finestrini, ci accompagnano al parcheggio... È stato come essere in paradiso per una che come me i golden li ama da sempre... Conosciamo la mamma Betty e il papà Ruben, belli come il sole, i nonni, le nonnine che a 13 anni ancora corrono, e poi loro... I cuccioli... Una di loro aveva degli occhioni dolcissimi e ciglia lunghe e i ciuffetti sulle orecchie come Joy... La piccola guerriera la chiamavano... Lizzie!
lizzieLa settimana dopo siamo andati a prenderla con mio figlio. Che emozione, a casa ha conosciuto i fratelli, il maremmanino Ettore, adottato 4 anni fa perché abbandonato davanti a me da un pastore senza scrupoli e il Jack russell Sonny, vecchietto e malato.
Il giorno dopo noto delle coincidenze bizzarre... Lizzie intanto gioca solo col maremmano, come Joy del resto, visto che gli ha insegnato ad essere un golden come lui, infatti Ettore è incredibile, è un maremmano col cuore di un golden.. È splendido!
Con il Jack russell Joy non ha mai avuto un buon rapporto, perché sono dei cani particolari, sono l'antitesi dei golden, e così Lizzie...
Devo tenerli separati infatti per il momento. Lizzie impara improvvisamente a scendere le scale di casa: le scende di traverso come Joy... Un colpo, ma ancora nel campo delle coincidenze... Scendiamo in garage, c è una grata per l'acqua piovana che a Joy non piaceva, spesso gli abbaiava perché la vedeva scura e poi la saltava, cosa che nessun altro cane ha mai notato, Lizzie arriva alla grata, si ferma, gli abbaia e poi la salta... Il cuore ha fatto una capriola! La porto a mangiare nello stesso posto in cui mangiava Joy, l'allevatore ce l aveva descritta inappetente... Ha mangiato con voracità esattamente come faceva Joy... Ora, io alla reincarnazione non ci ho mai creduto, ma le coincidenze sono davvero bizzarre.. Non ultima, vedendo il pedigree dei genitori proprio ieri, scopro che la nonna di Lizzie e la madre di Joy sono sorelle! Ora, tra tutti i golden in Italia, quanti tra di loro sono parenti? Ci sono, certo ma non credo poi molti! Le linee di sangue sono tante.
Comunque Lizzie cresce ed è la copia di Joy... Coincidenze su coincidenze, forse è solo Joy che me l'ha mandata,Tutto qua... Guardando lei rivedo lui e lui è sempre con me, anche se Lizzie la amo in modo diverso, perché sono due cani diversi ma uniti da un destino bizzarro.
Una cosa è vera però, cioè che ogni volta che muore un cane, troverà sempre il modo di guidarci verso un nuovo cucciolo... Seguono strade contorte, ma ci riescono sempre!

Commenta con Facebook

Altri Articoli che potrebbero interessarti

 

Otto, piccolo guerriero della vita

Oggi vi racconto una storia..la mia!
Mi chiamo Otto, sono un Golden Retriever e da poco ho compiuto un anno!!

 

Hope, una Speranza nel Cuore

Era fine Dicembre 2017 quando mi hanno detto che non c’era più battito, procediamo con il raschiamento. Così da un momento all’altro senza sintomi.

 

Benvenuta a Casa Sara

Voglio raccontarvi la nostra storia e di come l’adozione di Sara ci abbia cambiato la vita.

 

Una Pallina lanciata in Paradiso...

Ormai , da 2 anni, percorrevo sempre la stessa strada per portare mia figlia al nido e poi all'asilo.