Antiparassitari

Sofia Stillitano, Luca Romano

Con l'arrivo della primavera e delle prime giornate di sole ritorna uno dei problemi che più comunemente affligge i nostri cani: i parassiti! Che si abiti in campagna o in città la loro presenza è ormai ubiquitaria e ci chiediamo spesso quale sia il modo migliore di proteggere i nostri amici a 4 zampe.

Innanzitutto è importante capire da cosa li proteggiamo e perché, conoscere questi parassiti vuol dire riuscire a debellarli meglio.

 

LA PULCE

La pulce è un parassita non dotato di ali ma lunghe e potenti zampe posteriori che la rendono capace di spiccare salti molto molto alti

Si nutre di sangue di mammiferi, come cani gatti ed altri e può infestare anche le case frequentate da questi animali.

 

La pulce è presente in tutta Italia e resiste a lungo anche in assenza di animali da pungere. Nel cane si può infestare principalmente in due modi: per contatto con un animale infestato oppure frequentando un ambiente infestato (case, cucce, canili ecc...) La pulce adulta è un parassita obbligato, questo vuol dire che è obbligata a vivere sul cane o su altri mammiferi e si nutre del loro sangue. La femmina della pulce depone le uova principalmente di notte, può arrivare a deporne fino a 50 al giorno, e vivendo obbligatoriamente sull'ospite le depone tra il suo pelo Se il cane vive in casa le uova spesso cadono a terra, si schiudono e liberano le larve nell’ambiente circostante. Le larvce possono sopravvivere tranquillamente nell'ambiente senza aver bisogno di soggiornare su un mammifero, si annidano nei tappeti, nei divani, nelle fughe delle mattonelle. Dalle larve si formano nuove pulci che saltano sul cane infestandolo ulteriormente.

PROBLEMI CAUSATI DALLE PULCI

Il primo problema in assoluto che le pulci possono causare al cane è un forte fastidio e prurito, l'animale nell'atto di grattarsi può provocarsi delle microlesioni della pelle. Oltre a recare fastidio all’animale, le punture di pulce possono causare:

 

  • infiammazioni ;

  • dermatite allergica da pulce (o DAP) : il soggetto puà essere allergico ad una determinata proteina presente nella saliva della pulce. In questi casi sono sufficienti anche pochissime punture per scatenare una reazione allergica con forte prurito, eritema e perdita di pelo.

  • trasmissione di verminosi intestinali quali la tenia e batteri

  • debilitazione, dimagrimento e nei casi più gravi anemia.

 

LA ZECCA

Le zecche sono parassiti ematofagi, proprio come le pulci, la loro grandezza varia da pochi mm fino ad arrivare ad un cm quando hanno completato il pasto di sangue. Infestano sia gli animali domestici ( e selvatici) che l'uomo e possono essere portatrici di molte malattie, alcune anche molto gravi.Esistono molte specie diverse di zecche ma essenzialmente le possiamo dividere in due gruppi, zecche dure (per la presenza di uno scudo dorsale rigido) e zecche molli, entrambe presenti in Italia.

Le zecche non sono capaci di saltare ma possono arrampicarsi; di solito si trovano tra l’erba, dove restano in attesa di un animale di passaggio per parassitarlo. Le zecche sono attirate verso i loro ospiti dal movimento, dal calore emesso dal corpo e dall’anidride carbonica esalata dai mammiferi; per questo motivo sono attratte da cani, gatti, roditori, conigli, bovini, piccoli mammiferi, ecc. L’uomo è un ospite occasionale.

Le zecche sono presenti soprattutto in primavera e in estate, ma proseguono la loro attività anche in autunno e alla fine dell’inverno. Quando un cane attraversa un ambiente infestato, la zecca si aggancia al pelo e cerca il posto adatto per attaccarsi e succhiare il sangue. La zecca può rimanere attaccata ad alimentarsi anche per 10-15 giorni, dopodiché si lascia cadere sul terreno e depone le uova. Dalle uova nascono le larve che si nutrono di sangue proprio come fanno le zecche adulte

PROBLEMI CAUSATI DALLE ZECCHE

L’apparato boccale della zecca è una vera e propria arma che il parassita usa per trafiggere la pelle dell’animale e ancorarsi saldamente a lui, in modo da poter assumere indisturbata grandi quantità di sangue.

Le zecche possono ospitare diversi germi e, attraverso la puntura, possono trasmetterli al cane, causandogli numerosi problemi e malattie:

 

  • infiammazioni e reazioni locali (granulomi)

  • notevole sottrazione di sangue che nelle infestazioni più gravi può causare addirittura anemia;

  • trasmissione di pericolose malattie

 

Tra le malattie più gravi causate dalle zecche troviamo :

Piroplasmosi o babesiosi Malattia di Lyme

Erlichiosi

Anaplasmosi Borelliosi

( che tratteremo in un apposito articolo)

 

ZANZARA E PAPPATACI

Spesso questi due parassiti vengono confusi tra di loro, facciamo un po' di chiarezza ..

Entrambi i parassiti sono attratti dal sangue ed entrambi fanno parte dell’ordine dei Ditteri, ovvero degli esseri dal doppio paio di ali, il primo per garantire il volo, l’altro per assicurarne il bilanciamento.

 

Le zanzare si caratterizzano per un corpo allungato, poggiato su sei zampe lunghe ed esili, dalle dimensioni ridotte: 3-9 millimetri. Le femmine, in particolare, sono dotate di un elemento simile ad una proboscide con il quale riescono a prelevare il sangue dalle loro prede. Per questo motivo, vengono identificate come specie ematofaghe, ovvero capaci di nutrirsi prevalentemente di sangue.

I pappataci sono degli insetti sempre emotofagi ma di dimensioni mediamente più piccole rispetto alle zanzare, presentano un corpo più compatto rispetto alle prime e ali meno vistose.Il nome comune « pappataci » è certamente singolare e deriva dalla caratteristica primaria di questi insetti, nonché la qualità che li differenzia maggiormente dalle zanzare: date le piccole dimensioni, non producono alcun ronzio udibile dall’uomo quando in volo, per questo la loro denominazione deriva da “pappa”, ovvero l’atto di succhiare il sangue, e “taci”, l’assenza di avvisi sonori.

 

Le zanzare sono diffuse ovunque. I pappataci sono particolarmente diffusi al Centro e al Sud e da diversi anni hanno colonizzato anche molte aree del Nord e sono quindi presenti quasi in tutta Italia.

Entrambi sono particolarmente attivi da aprile a ottobre e nelle ore serali e notturne, mentre nelle ore calde riposano nascosti. Fa eccezione la zanzare tigre, che attacca le sue prede giorno e notte.

PROBLEMI CAUSATI DA ZANZARE E PAPPATACI

Questi due parassiti sono molto pericolosi per i nostri animali, infatti oltre a dare una rezione pruriginosa nel sito di puntura veicolano alcune delle più temibili malattie veterinarie.

 

La zanzara può trasmettere la FILARIOSI

I pappataci possono trasmettere la LEISHMANIOSI

 

Ed eccoci al dunque… COME POSSIAMO PROTEGGERE IL NOSTRO ANIMALE DA QUESTI PARASSITI?

Ad oggi in commercio ci sono moltissimi prodotti e formulazioni, ma c''è un prodotto migliore? Uno più efficace?

In realtà molto dipende dallo stile di vita del cane, dalla zona nella quale vive, dalla frequenza di bagni ( mare, laghi fiume ma anche toelettatura ecc). Proviamo ad orientarci suddividendoli in base alla formulazione

 

PRODOTTI SPOT ON POUR ON

Sono farmaci che vengono stilltai sulla cute dell'animale o in un unico punto tra le scapole o in 3-4 punti distribuiti tra il collo e la coda dell'animale.

Il prodotto viene assorbito dalla pelle e protegge l'animale per un periodo di circa un mese.

Sono una delle categorie più utilizzate di antiparassitari

 

A cosa bisogna fare attenzione ?

 

L'utilizzo di questa categoria di prodotti non è così ovvia come si può pensare, vi sono alcune accortezze da prendere per essere sicuri di averlo somministrato correttamente e quindi dell'efficacia dello stesso :

 

  • Il prodotto non deve essere messo sul pelo ma sulla cute, quindi è necessario con le dita allargare il pello fino a vedere proprio la pelle dell'animale prima di somministrarlo.

  • L'animale non deve aver fatto il bagno da meno di sette giorni, ogni prodotto ha una sua tempistica di utilizzo che è importante leggere prima di somministre. Possiamo comunque affermare che è SCORRETTO LAVARE IL CANE E SUCCESSIVAMENTE USARE IL FARMACO

 

  • L'animale non deve bagnarsi per almeno 7 giorni dopo la somministrazione del farmaco, anche in questo caso la tempistica è indicativa e si invita a far riferimento a quella riportata nel bugiardino.

 

  • Non mettere il farmaco in punti nei quali il cane arriva a leccarsi

 

Prendiamo in considerazione i prodotti spot on e pour on più comuni in commercio

style="display:block"
data-ad-client="ca-pub-9102646979890169"
data-ad-slot="5261036333"
data-ad-format="auto"
data-full-width-responsive="true">

ADVANTIX :

Principio attivo : Imidacloprid + permetrina

Attivo contro : Pulci – Zecche- Zanzare- Pappataci- Mosche Cavalline

 

Possibili effetti avversi : le reazioni avverse nei cani possono includere sensibilita'cutanea transitoria (compresi aumentato prurito, alopecia ed eritema nel sito di applicazione) o letargia. Nei cani e' improbabile l'avvelenamento in seguito ad assunzione orale involontaria, sebbene cio' possaverificarsi in rarissimi casi. In questa eventualita' possono verificarsi segni neurologici come tremori o letargia.( da foglietto illustrativo)

 

FRONTLINE :

Principio Attivo: Fipronil

Attivo contro : Pulci- Zecche -Pidocchi

 

Possibili effetti avversi : Qualora gli animali si lecchino, si può osservare una transitoria ipersalivazione dovuta principalmente agli eccipienti del prodotto.Tra i fenomeni di sospette reazioni avverse, sono state descritte transitorie reazioni cutanee al sito di applicazione (decolorazione della cute, alopecia locale, prurito, eritema).

 

FRONTLINE COMBO

Principio Attivo : Fipronil + IGR (S)-methoprene

Attivo contro :Pulci-Larve delle pulci- uova delle pulci-zecche- pidocchi masticatori

 

Possibili effetti avversi : Qualora gli animali si lecchino, si puo' osservare una transitoria ipersalivazione dovuta principalmente agli eccipienti del prodotto. Tra gli estremamente rari fenomeni di sospette reazioni avverse, sono state descritte transitorie reazioni cutanee al sitodi applicazione (decolorazione della cute, alopecia locale, prurito, eritema) e prurito diffuso o alopecia dopo applicazione. Eccezionalmente, sono stati osservati ipersalivazione, sintomi neurologici reversibili (iperestesia, abbattimento, sintomi nervosi) o vomito.

 

FRONTLINE TRIACT

Principio attivo : Fipronil+Permetrina

Attivo contro : Pulci- Zecche- Zanzare-Pappataci- Mosche cavalline

 

Possibili effetti avversi : sono state riscontrate reazioni cutanee transitorie al sito di applicazione (decolorazione della cute, alopecia locale, prurito, arrossamento) e prurito generalizzato o alopecia. Dopo l’uso si sono osservate anche salivazione eccessiva, disturbi neurologici reversibili (aumentata sensibilità agli stimoli, iperattività, tremore muscolare, depressione, altri disturbi nervosi) o vomito. Se il cane dovesse leccare il sito di applicazione si possono osservare ipersalivazione transitoria ed emesi.

 

STRONGHOLD

Principio Attivo :Selamectina

Attivo contro : Pulci- Filaria (forme immature)- acari (rogna sarcoptica) alcune verminosi intestinali- acari delle orecchie

 

Possibili effetti avversi :l’applicazione del medicinale veterinario può produrre un locale e temporaneo ammassamento del pelo nella zona di applicazione e/o la comparsa occasionale di una piccola quantità di polvere bianca. Ciò è normale e tali effetti scompaiono entro 24 ore dalla somministrazione del trattamento senza influenzare la sicurezza e l’efficacia del medicinale veterinario. Molto raramente, come con altri lattoni macrociclici, sono stati osservati sintomi neurologici reversibili, incluse crisi convulsive, dopo l’uso del medicinale veterinario sia nei cani che nei gatti.

 

BOB MARTIN SPOT ON

Principio attivo : Dimeticone

Attivo contro :Pulci e zecche

 

Di origine naturale, In qualsiasi fase della loro vita le pulci e le zecche vengono allontanate con il dimeticone, che funziona da olio penetrante. La sua formula speciale incolla i pori di pulci e zecche rendendole incapaci di muoversi e le uccide. Nel contempo il pelo dell'animale non si incolla.

 

ADVOCATE

Principio Attivo : Imidaclorpid, moxidectina

Attivo contro : Pulci-Pidocchi Masticatori- acari ( rogna sarcoptica, demodettica )-filariosi ( varie forme larvali e microfilarie circolanti)-verminosi

 

Possibili effetti avversi : Nei cani l’uso del prodotto può produrre un prurito transitorio. In rari casi si possono verificare untuosità del pelo, eritema e vomito. Questi segni scompaiono senza ulteriore trattamento. Il prodotto può, in rari casi, provocare reazioni di ipersensibilità locale. In casi molto rari (se l’animale lecca il sito di applicazione dopo il trattamento), si possono osservare segni neurologici (la maggior parte dei quali sono transitori) come atassia, tremori generalizzati, sintomi oculari (pupille dilatate, riduzione del riflesso pupillare, nistagmo), anomalie della respirazione, salivazione e vomito.

 

ANTIPARASSITARI IN FORMULAZIONE ORALE

Prodotti relatvamente di più recente invenzione stanno trovando largo consenso tra i proprietari degli animali.

 

Si tratta di compresse o tavolette masticabili da somministratre al cane una volta al mese, o in alcuni casi una volte ogni tre mesi, che proteggono l'animale da pulci e zecche.

 

Perchè il parassita venga a contatto con il farmaco deve salire sull'animale e compiere il pasto di sangue.

 

Sicuramente la somministrazione è di più semplice esecuzione, in quanto non bisogna stare attenti ad allargare bene il pelo e al contatto con l'acqua. Vediamo quali sono quelli più comunemente utilizzati :

 

BRAVECTO

Principio attivo : Fluralaner

Attivo Contro : Pulci e zecche per un periodo di 12 settimane

Formulazione farmaceutica : compressa masticabile appetibile, da sooministrare al momento del pasto

 

Possibili Reazioni avverse : Sono state riportati lievi e transitori disturbi del tratto gastroenterico quali vomito diarrea inappetenza e perdita di saliva

 

NEXGARD SPECTRA

Principio Attivo : Afoxolaner e milbemicina ossima

Attivo Contro : Pulci-Zecche- alcune verminosi gastrointestinali (Ascaridi-Ancilostomi -Trichiuridi)-Prevenzione Filariosi per un periodo di 5 settimane per le pulci e 4 per tutti gli altri parassiti

Formulazione farmaceutica : compressa masticabile che si può anche somministrare con il cibo

 

Possibili Reazioni avverse : Non comunemente, si sono riscontrate vomito, diarrea, letargia( stanchezza) anoressia( mancato appetito) e prurito. In genere queste reazioni sono state di breve durata ed autolimitanti.

 

COMFORTIS :

Principio Attivo : Spinosad

Attivo contro : Pulci per un periodo di 4 settimane

Formulazione Farmaceutica : compresse masticabili

 

Possibili reazioni avverse : la reazione avversa riscontrata più frequentemente è il vomito, più raramente sono stati riscontrati anoressia letargia diarrea atassia (mancata capacità di coordinare il movimento) e convulsioni

 

CREDELIO :

Principio Attivo :Lotilaner

Attivo contro :Pulci e Zecche per un periodo di 4 settimane

Formulazione Farmaceutica : compresse masticabili

 

Possibili reazioni avverse: non sono state riportate rezioni avverse.

 

COLLARI ANTIPARASSITARI

 

Questa formulazione racchiude il principio attivo in un collare da apporre al collo del cane, questi dispositivi rilasciano lentamente il principio ed hanno una durata mediamente lunga.

 

A seconda dello stile di vita del cane il collare potrebbe essere perso, se non ben ancorato, o strappato, morso e ingerito da altri cani conviventi, occorre quindi prestare attenzione.

 

SERESTO :

Principio Attivo : imidacloprid e flumetrina

Attivo Contro : Pulci- Zecche- Pidocchi- Babesia Ehrlichia (in modo indiretto) per un periodo di 8 mesi (7 per le pulci)

 

Da poco il farmaco è stato registrato attivo anche CONTRO I PAPPATACI, si allega a fine articolo la registrazione ufficiale.

 

Possibili Reazioni avverse : in rari casi si sono manifestate reazioni locali:prurito, grattamento o perdita di pelo, molto raramente di sono osservate dermatite, eczema, atassia, convulsioni, tremori ( in questi casi si raccomanda la rimozione del collare). Si possono inoltre osservare, sempre raramente, reazioni leggere e transitorie come depressione, cambiamento dell'appetito, salivazione, vomito e diarrea.

 

Il collare risulta resistente all'acqua, e l'esposizione del soggetto ad essa non diminuisce la sua efficacia, tuttavia se l'esposizione è frequente l'efficacia rimane invariata ma il tempo di validità del dispositivo diminuisce a 5 mesi nei confronti delle zecche.

 

E' fortemente sconsigliato far dormire il cane che indossa questo dispositivo a contatto con le persone, soprattutto se bambini.

 

SCALIBOR :

Principio Attivo : Deltametrina

Attivo contro : Pulci-Zecche-Pappataci-Zanzare ,per avere una protezione completa verso tutti i parassiti sopradescritti il produttore consiglia di sostituire il collare ogni 4 mesi

 

Possibili Reazioni avverse : in casi molto rari sono state segnalate reazioni cutanee (eritema, prurito, perdita di pelo, pizzicore) e comportamento alterato ( letargia, movimenti incoordinati) associti spesso ad irritazione cutanea. In casi estremamente rari si sono manifestate reazioni neurologiche come tremori, in questi casi rimuovere il collare.

 

Sono riportate due avvertenze speciali da sottolineare, il contatto occasionale con l'acqua non riduce la sua efficacia, ma siccome il prodotto è nocivo per i pesci e gli organismi marini si dovrebbe togliere il collare prima di un eventuale bagno. Il soggetto comunque non deve venire in contatto con l'acqua ( neanche toelettatura) per sette gironi dopo aver messo il collare. Inoltre il cane che indossa scalibor non dovrebbe dormire a contatto con le persone, in particolare con i bambini.

Esistono dei prodotti naturali a base di olii esenziali, olio di neem ed atri che hanno azione antiparassitaria. Questi saranno trattati in un apposito articolo.

 

Ricordiamo l'importanza di proteggere il nostro amico a 4 zampe da pulci, zecche, pappataci e zanzare. Vista l'importanza di questo scudo si possono associare alcuni prodotti tra di loro, per esempio alcuni spot on possono essere associati al collare e lo possiamo fare anche nei periodi di maggior infestazione ambientale nel caso in cui l'utilizzo di un unico dispositivo non risulti sufficiente a proteggere il nostro amico. Vi consigliamo comunque di chiedere al vostro veterinario l'associazione più idonea al vostro caso.

Commenta con Facebook

Altri Articoli che potrebbero interessarti

 

Il mio cane perde il pelo, cause e rimedi

Il  Cane ed i suoi peli..., montagne di peli che fanno ormai parte dell'arredamento delle nostre case e troviamo in tutti i nostri vestiti.

 

La Cura dei Denti del Cane

I cani sono animali carnivori e la dentatura si adatta a questa loro evidente caratteristica con canini ben in evidenza e grandi molari per masticare muscoli e sminuzzare parti più dure.

 

Le Allergie del Cane a 360°

Le allergie sono tra le malattie più diffuse tra gli esseri viventi. Molti soggetti soffrono di allergia in modo più o meno marcato. Ma che cos’è un’allergia?

 

Le Piante Velenose per i Cani - Seconda Parte

Dieffenbachia (Famiglia Araceae)