AL CUOR NON SI COMANDA.... Le maggiori patologie Cardiache che colpiscono i nostri Golden

Pamela Pirani

Come molte altre razze, anche i nostri cari Golden possono purtroppo essere soggetti a malattie cardiache (congenite ed acquisite).

Le cardiopatie congenite sono quelle malattie ereditarie che vengono e possono essere trasmesse alla progenie se i genitori ne sono affetti o portatori.

Tra le più comuni per il Golden ricordiamo : la stenosi subaortica, la displasia della valvola mitrale e della valvola tricuspide.

Il cuore è un organo formato da 2 atri (il destro e il sinistro) e 2 ventricoli (il destro e il sinistro), messi in connessione tra loro mediante della valvole : atrio destro e ventricolo destro mediante la valvola tricuspide, atrio sinistro e ventricolo sinistro mediante la valvola bicuspide o mitrale. La parte destra del cuore riceve il sangue ricco di anidride carbonica dalla circolazione sistemica e attraverso le vene cave il sangue arriva all'atrio destro. Quando l'atrio destro si contrae la valvola triscuspide si apre e il sangue fluisce al ventricolo destro, a sua volta quando il ventricolo destro si contrae si chiude la valvola triscuspide e si apre la valvola polmonare dell'arteria polmonare, e il sangue arriva ai polmoni. La parte sinistra riceve invece il sangue ossigenato dai polmoni attraverso le vene polmonari e lo pompa verso tutto il resto del corpo, quando l'atrio sinistro si contrae il sangue ossigenato passa al ventricolo attraverso la valvola mitrale, quando il ventricolo sinistro a sua volta si contrae la valvola mitrale si chiude e il sangue va verso la grande circolazione attraverso la valvola aortica dell'arteria aorta. È da tener conto che sia atrio destro e atrio sinistro che ventricolo destro e ventricolo sinistro si contraggono insieme.

LA STENOSI SUBAORTICA

E' la patologia più frequente nel Golden Retriever, consiste in un restringimento appena al di sotto della valvola aortica; tale condizione fa si che si crei una resistenza al passaggio del sangue dal cuore sinistro verso la grande circolazione. A lungo tempo tale condizione provoca un'ipertrofia del ventricolo sinistro in modo da poter sconfiggere la resistenza presente; il cuore si modifica nella sua conformazione e nelle sue performance.

Questa patologia si evidenzia già nei primi mesi di vita e può anche non essere presente alla nascita del soggetto, ecco perchè in molti cani affetti non è udibile un soffio sin da cuccioli ma solamente in fase di accrescimento.

I cani affetti presentano uno scarso accrescimento rispetto ai fratelli, un facile affaticamento durante l'esercizio fisico, sincopi nelle situazioni più gravi ma soprattutto se auscultati si percepisce un soffio cardiaco a livello del focolaio aortico. Nei soggetti gravi la morte sopraggiunge purtroppo entro 1-3 anni; i soggetti invece che hanno stenosi lievi hanno una buona aspettativa di vita anche se dovranno fare delle cure mediche a vita.

LA DISPLASIA DELLA VALVOLA MITRALE

Anche questa è molto comune nel Golden Retriever , tale patologia consiste nella malformazione della valvola mitralica che può coinvolgere tutte le sue componenti o solamente alcune parti. Queste malformazioni fanno si che la valvola durante la contrazione del ventricolo sinistro anziché essere chiusa in modo ermentico rimanga lievemente aperta (grado che varia in base alla gravità della malformazione), facendo si che il sangue in parte refluisca nell'atrio sinistro. A lungo andare questa situazione fa si che l'atrio si dilati e che si instauri una condizione di insufficienza cardiaca sinistra.

I cani affetti presentano tosse, dispnea ( difficoltà respiratoria), facile affaticamento, nelle fasi , avanzate si possono avere sincopi, estremità fredde, polso femorale flebile. All'auscultazione cardiaca si rileva un soffio a livello del focolaio mitralico di entità variabile in base alla gravità del caso. La diagnosi viene sempre fatta mediante ecocardiografia e visita cardiologica e l'aspettativa del cane è buona se viene mantenuto un protocollo terapeutico adeguato e se il soggetto viene monitorato periodicamente in modo da poter modificare la terapia in base ai peggioramenti dell'animale.

DISPLASIA DELLA VALVOLA TRICUSPIDE

Stessa situazione, solamente che in questo caso è l'atrio destro che si ingrandirà a causa del reflusso sanguineo . I cani affetti possono essere o asintomatici oppure presentare una grave insufficienza cardiaca destra con ascite, epatomegalia ,distensione delle vene giugulari e aritmie cardiache. Si rileva sempre un soffio a livello del focolaio tricuspidale di entità variabile in base alla gravità del caso. Il trattamento prevede sempre una terapia medica e se presente anche una stenosi della valvola tricuspide si potrebbe effettuare anche dilatazione dell'anello mediante chirurgia.

malattie cardiache golden retriever

Altra malattia trasmessa geneticamenete nel Golden è la CARDIOMIOPATIA DILATATIVA anche se presente in piccole percentuali nei nostri dorati. Tale patologia è caratterizzata da una disfunzione contrattile del cuore, da ipertrofia eccentrica e successivamente dalla dilatazione delle camere cardiache. La malattia colpisce di solito i maschi e i cani di giovane età (3-7 anni). I cani affetti presentano dispnea, intolleranza all'esercizio fisico, anoressia, perdita di peso, svenimenti e letargia, polso femorale piccolo e aritmie cardiache. La malattia è progressiva caratterizzata da un lungo periodo preclinico in cui l'animale non presenta alcun sintomo, l'obiettivo della terapia medica è quindi quella di prolungare il più possibile la fase asintomatica o quella in cui il cane presenta sintomi compatibili con la vita, ecco perchè è importantissimo fare sempre diagnosi mediante ecocardiografia in tempi non sospetti.

Tra le patologie acquisite invece possiamo elencare le miocarditi e le endocarditi batteriche che originano spesso da focus batterici che arrivano al cuore attraverso la via ematica (nella maggior parte dei casi i batteri provengono dal tartaro della cavità boccale), filariosi cardio polmonare, pericarditi, che possono colpire tutti i cani senza distinzione di razza.

Purtroppo i nostri cari Golden possono essere soggetti anche a tumori cardiaci come l'emangiosarcoma di origine primaria (quindi cardiaca a livello dell'auricola destra) o metastatica (sede primaria cute, osso, milza e fegato), con sintomi riferibili a debolezza, sincope, insufficienza cardiaca destra e liquido pericardico che se aumenta di volume può causare anche un tamponamento cardiaco che se non curato in emergenza porta a morte l'animale.

Questo articolo non vuole certamente creare un terrorismo generale e far aumentare le nostre ansie ma ansi renderci a conoscenza che i nostri amati Golden Retriever oltre a soffrire di problemi alle anche e gomiti e problemi oculari purtroppo sono soggetti anche a patologie cardiache che se diagnosticate in tempo possono essere tenute sotto controllo mediante la terapia medica; il messaggio quindi è quello di tenere sott'occhio anche la loro salute cardiaca in modo da prevenire spiacevoli sorprese.

Commenta con Facebook

Altri Articoli che potrebbero interessarti

 

Il mio cane perde il pelo, cause e rimedi

Il  Cane ed i suoi peli..., montagne di peli che fanno ormai parte dell'arredamento delle nostre case e troviamo in tutti i nostri vestiti.

 

La Cura dei Denti del Cane

I cani sono animali carnivori e la dentatura si adatta a questa loro evidente caratteristica con canini ben in evidenza e grandi molari per masticare muscoli e sminuzzare parti più dure.

 

Le Allergie del Cane a 360°

Le allergie sono tra le malattie più diffuse tra gli esseri viventi. Molti soggetti soffrono di allergia in modo più o meno marcato. Ma che cos’è un’allergia?

 

Le Piante Velenose per i Cani - Seconda Parte

Dieffenbachia (Famiglia Araceae)