Come comportasi durante un' aggressione

Felisia Carinci, Tecnico veterinario

In un articolo passato abbiamo affrontato in generale il tema delle zuffe fra cani (RISSE TRA CANI ), è un argomento molto dibattutto sul gruppo  Golden Retriever - Italia  soprattutto sul cosa sia meglio fare (o non fare) di fronte a cani che durante una lite  hanno la tendenza ad andare in presa, ovvero a non staccarsi da quello che considerano in quel momento il loro avversario.  Proveremo quindi ad analizzare alcuni metodi e relativa efficacia più in dettaglio :  

 

Per quanto una razza possa risultare più aggressiva dell'altra, si deve essere consapevoli che l'educazione del padrone è di vitale importanza per avere un cane equilibrato in tutti i suoi aspetti.
Purtroppo però il più delle volte ci ritroviamo a che fare con padroni inesperti che non comprendono i segnali che un cane può dare, idem per quanto riguarda il proprio. Ciò può portare ad avere un cane nervoso, rigido, tendenzialmente diffidente e/o potenzialmente aggressivo e quindi imprevedibile. In casi gravi, se non si hanno le dovute precauzioni, si rischia di incorrere in fenomeni (quali aggressioni) che possono risultare lievi, moderati, gravi e purtroppo anche fatali. Ma da premettere che come può succedere a causa di un cane condotto da un padrone non prudente, un'aggressione può scoppiare anche quando meno ce lo aspettiamo: cani fuggiti, una rissa scoppiata in un'area cani ecc...

ANNUNCI IN ARTICLE

L'obiettivo quindi di questo articolo riguarda proprio il come comportarsi in caso di aggressione da parte di un cane nei confronti del nostro compagno a quattro zampe. Visto che al momento risultano veramente poche le persone informate a tal riguardo, onde evitare mal informazione o peggio, che vengano eseguite delle manovre errate, vi spiegherò in breve e nel miglior modo possibile ogni aspetto da considerare affinchè possa risultare tutto il più chiaro possibile.

Come comportarsi in caso di aggressione:
Purtroppo il più delle volte, chi ha un cane che attacca, è più inesperto di chi viene attaccato, altrimenti non succederebbbero queste cose. Ma che non sia preparato il padrone non vuol dire che non possa esserlo colui che riceve l'attacco.

In seguito vi elencherò i vari metodi conosciuti e se effettivamente funzionino o meno:

- Spray al peperoncino:
Può essere una soluzione (comprarlo in armeria per essere sicuri che il prodotto sia idoneo per quanto riguarda l'ambito legislativo). Tuttavia non è un'opzione da considerarsi efficace al 100% (ci sono stati casi studiati in cui i cani non hanno mollato la presa neanche dopo essere stati accecati).

- Picchiare il cane aggressore:
Assolutamente no se parliamo di una mole grande o medio grande. Cani simili a malapena sentono dolore, inoltre picchiarli può ulteriormente incentivarli a trattenere la presa.

- Lasciare/strattonare il guinzaglio:
Decisione assolutamente errata in quanto se tirate il vostro cane rischiate di creare ulteriormente danno, se mollate la presa si rischia che l'aggressore abbia più mobilità e quindi più presa e di conseguenza si rischia di peggiorare la situazione o peggio ancora, che si possa creare una situazione in cui il vostro cane riesce a liberarsi dalla presa e che impaurito possa fuggire.

- Utilizzare dell'acqua:
Che si usino secchi, bottiglie o addirittura tubi a getto NON è detto che tale metodo sia funzionale.  

- Sollevare il cane aggressore per le zampe posteriori: Errato, se il cane si sente in bilico e quindi percepisce la perdita di equilibrio non è detto che lasci la presa ma al contrario, potrebbe stringere ancora di più per restare "aggrappato" all'unica cosa che in quel momento percepisce stabile.

- Fare rumore: urlare, gettare oggetti a terra ecc... Se la situazione riguarda un cane che non ha intenzione di mollare la presa, anche questa opzione sarà inefficace.

Tutte queste opzioni sono assolutamente inefficaci se abbiamo a che fare con un cane estremamente aggressivo, con estrema aggressività intraspecifica e che quindi non risulterà minimamente collaborativo. Non avrà ben che minima intenzione di mollare la presa quindi qualsiasi opzione può solo che peggiorare la situazione, portando il cane aggressore ad irritarsi e innevosirsi ancora di più.

Fin ora l'unica tecnica studiata e CONFERMATA come efficace risulta soffocare l'aggressore. In quale modo?

- Prendendo il collare del cane aggressore con entrambe le mani e sollevarlo con tutta la forza verso l'alto come se si volesse "impiccare" (tale manovra dovrebbe essere eseguita in primis dal padrone del cane. Se il padrone non sa come comportarsi o non conosce la manovra dobbiamo essere noi i primi a spingerlo ad eseguirla da solo o collaborando se si parla di un cane espremamente pesante o grande).

ANNUNCI IN ARTICLE

- Nel caso in cui il cane indossasse la pettorina si può utilizzare il guinzaglio stesso, una cintura o tutto ciò che si ha a disposizione per eseguire la manovra.

Perchè ciò: il cane non lascerà subito la presa, ma prima o poi sarà costretto a mollare in quanto non riuscirà più a respirare provocando quindi ricerca di ossigeno e infine sarà obbligato ad aprire la bocca.
Quando si capisce che il cane sta per mollare la presa è essenziale che entrambe le parti siano pronte a mantenere i cani. Il cane aggressore una volta che lascerà la presa resterà a bocca aperta sempre in cerca di aria mentre il cane aggredito una volta tolto dalla morsa ricadrà a terra spaventato o potrebbe provare a mordere a sua volta il cane aggressore. E' essenziale allontanare il cane aggredito prima di rilasciare a terra il cane aggressore.

BREAK STICK
Ultimo ma non meno importante: c'è da aggiungere che esiste un attrezzo apposito che pochi conoscono e che per essere utilizzato bisogna saper usare bene: il Break Stick. Ossia un oggetto (che può essere di legno o di metallo) che viene utilizzato per aprire forzatamente la bocca del cane aggressore, ma è da premettere sempre che è un attrezzo da utilizzare solo se si è in grado di farlo e che quest ultimo dovrebbe possederlo qualsiasi proprietario che abbia un cane aggressivo.

Commenta con Facebook

Altri Articoli che potrebbero interessarti

 

Primo Approccio con l'Acqua

C'è sempre una prima volta per tutto e chi ha un cucciolo da poco ha ben presente tutte quelle sensazioni che si provano ad essere testimoni di quel meraviglioso processo di acquis

 

Toelettatura e Cura del Pelo

Mi chiamo Genny Battesini e da qualche anno svolgo la professione di toelettatrice professionale nella mia città ovvero Mantova.

 

Allarghiamo il Branco

Spesso e volentieri ci si butta nell'acquisto o adozione del secondo cane, senza prima preparare casa e famiglia ( peloso compreso ) al suo arrivo.

 

Traslocare con il nostro Golden Retriever

Tutti quelli che hanno affrontato un trasloco sanno come questo sia generalmente un evento dal forte impatto nella vita di una persona, sia a livello fisico tra l'ordinare ed il ca