L'anno del cane

Alessandro Manduzio

Il Capodanno cinese è una delle feste più importanti della Cina, è una via di mezzo tra il nostro Natale ed il classico Capodanno occidentale, nella quale si scambiano piccoli doni (rigorosamente in buste di color rosso) e si festeggia il nuovo che arriva fra canti e danze folcloristiche che durano circa 15 giorni e si concludono con il famoso rito delle lanterne rosse accese. Il principale colore di questa ricorrenza è dunque il rosso, non solo perchè di buon auspicio ma anche per ricordare un vecchio ed antico racconto entrato a far parte della mitologia cinese che vede protagonista un feroce demone chiamato Nian. Questa creatura era solita uscire da una caverna ogni 12 mesi saccheggiando villaggi e facendo strage di persone, i cinesi scoprirono però i suoi punti deboli, la paura per il colore rosso e dei rumori forti... Danze, musica ed ovviamente gli immancabili fuochi artificiali la fanno da padrone celebrando quindi anche la cacciata di questo demone.

Non c è una data precisa, seguendo il ciclo lunare per ogni nuovo anno, l'inizio è compreso tra il 21 gennaio ed il 20 febbraio che coincide perciò con la prima luna nuova. Ma perchè parlare di questa festa? Nella tradizione cinese ogni anno è dedicato ad un animale simbolo al quale sono attribuite alcune caratteristiche, nell'oroscopo ve se sono 12 che a rotazione si alternano seguendo un preciso ordine, il 16 febbraio 2018 è iniziato quello dedicato al nostro miglior amico a quattrozampe ... il cane!

 

Ma quali sono gli altri animali?? Tra le tante leggende tramandate nei secoli, possiamo narrare quella che vede l'Imperatore di Giada, signore del cielo ed una della più importanti divinità della religione taoista, indire una gara assegnando 12 posti per la creazione di un oroscopo. Una corsa piena di ostacoli che si sarebbe conclusa con l'attraversata di un fiume. Tra tutti gli animali si scatenò la corsa per accaparrarsi un posto il prima possibile. Il gatto ed il topo amici per la pelle decisero di chiedere una mano al bue, notoriamente paziente, per la traversata, dato che non sapevano nuotare. Il topo però un momento prima di raggiungere l 'altra sponda, spinse il gatto in acqua e quando il bue mise piede sulla terra ferma con un balzo arrivò per primo. Il gatto trascinato dalla corrente giurò vendetta ed è per questo che da quel momento divennero nemici giurati. Al terzo posto arrivò la possente tigre, al quarto il coniglio che cercò di superare il fiume con un enorme salto e quasi affogò nell'intento. Al quinto fu il turno del drago che arrivò volando spiegando di essersi attardato per creare la pioggia per irrigare i campi e per aver aiutato il coniglio aggrappato ad un tronco, in balia della corrente. Stava per arrivare al sesto posto il cavallo quando il serpente sbucò all'improvviso da un cespuglio e spaventandolo gli fece perdere una posizione, quindi fu il turno della capra, scimmia e gallo che per attraversare il fiume costruirono una zattera ed arrivarono rispettivamente in ottava nona e decima posizione. All'undicesimo arrivò trafelato il cane che, pur essendo un ottimo nuotatore, si era attardato a fare un bagno ed a giocare sulla battigia (si lo stiamo pensando tutti... un Golden Retriever!). Ultima posizione per il maiale che dopo un lauto pasto ed una bella dormita giunse comunque in tempo.

 

Vediamo schematicamente alcuni tratti della personalità e gli anni di riferimento:

 

1 Topo (anni: 1900, 1912, 1924, 1936, 1948, 1960, 1972, 1984, 1996, 2008, 2020) simboleggia l'arguzia e la ricchezza dei beni materiali.

2 Bue (anni: 1901, 1913, 1925, 1937, 1949, 1961, 1973, 1985, 1997, 2009) simboleggia operosità e la prosperità guadagnata con il sudore della fronte.

3 Tigre (anni: 1902, 1914, 1926, 1938, 1950, 1962, 1974, 1986, 1998, 2010) simboleggia il vigore ed il coraggio degli intenti.

4 Coniglio (anni: 1903, 1915, 1927, 1939, 1951, 1963, 1975, 1987, 1999, 2011) simboleggia la longevità.

5 Drago (anni: 1904, 1916, 1928, 1940, 1952, 1964, 1976, 1988, 2000, 2012) simboleggia la saggezza, la salute e la fortuna

6 Serpente (anni:1905, 1917, 1929, 1941, 1953, 1965, 1977, 1989, 2001, 2013) simboleggia l'intuizione e la forza di volontà.

7 Cavallo (anni:1906, 1918, 1930, 1942, 1954, 1966, 1978, 1990, 2002, 2014) simboleggia il trionfo e la vittoria.

8 Capra (anni:1907, 1919, 1931, 1943, 1955, 1967, 1979, 1991, 2003, 2015) simboleggia la sincerità e l'onestà

9 Scimmia (anni:1908, 1920, 1932, 1944, 1956, 1968, 1980, 1992, 2004, 2016) simboleggia la creatività e l'ingegno.

10 Gallo (anni:1909, 1921, 1933, 1945, 1957, 1969, 1981, 1993, 2005, 2017) simboleggia intelligenza ed eccentricità.

11 Cane (anni:1910, 1922, 1934, 1946, 1958, 1970, 1982, 1994, 2006, 2018) simboleggia la bontà d'animo e la fedeltà.

12 Maiale (anni: 1911, 1923, 1935, 1947, 1971, 1983, 1995, 2007, 2019) simboleggia la fertilità e virilità.

Ogni anno perciò corrisponde ad un determinato animale che si ripresenta ogni dodici in maniera leggermente distinta perchè affiancato ciclicamente da uno dei 5 elementi che regolano l'universo conferendo ed aggiungendo altre influenze simboliche.

I 5 elementi fondamentali con alcune possibili interpretazioni sono:

Metallo (anni che finiscono in 0 e 1) Indipendenza e potere di fare

Acqua (anni che finiscono in 2 e 3) Trasparenza e creatività

Legno (anni che finiscono in 4 e 5) Forza e laboriosità

Fuoco (anni che finiscono in 6 e 7) Originalità ed impulsività

Terra (anni che finiscono in 8 e 9) Stabilità e sincerità

 

Quindi, l'oroscopo cinese in realtà ha una durata di 60 anni (12 animali x 5 elementi) e tutta questa simbologia si lega sia al singolo individuo, delineando alcuni tratti della personalità, sia ad una lettura del futuro relativo all'anno che sta per iniziare.

 

Tornando a noi, il 16 febbraio è dunque iniziato l'anno del cane di terra...

 

Il cane rappresenta la protezione dei valori tradizionali, rivolti ai rapporti familiari e nella fiducia verso gli amici ed il prossimo. Sarà un anno rivolto ad usare il nostro bagaglio di esperienze non per ancorarsi al passato, ma per adattarsi ai cambiamenti ed esattamente come un cane, a vivere il presente affrontando le difficoltà una alla volta. La terra conferisce stabilità, quindi un invito a lasciare la confusione mentale, le indecisioni e superare gli ostacoli senza andarci contro ma con pazienza e con i piedi ben piantati riuscire ad aggirarli per guardare oltre.

 

 

Commenta con Facebook

Altri Articoli che potrebbero interessarti

 

Il Golden Retriever Nero esiste davvero?

Ma dai non scherziamo, il Golden Retriever nero non esiste... al massimo state facendo confusione con il Flat Coated Retriever!!

 

Camper e Cani, il Binomio Perfetto!

Camper e pelosi, binomio perfetto! (Per noi)

 

Golden Retriever vs. Labrador Retriever

I Golden sono parenti stretti dei labrador?

 

Biscotti alla Zucca

Ciao amici mi chiamo Perla, la mia tata mi dice che sono un cane golosone perché mentre lei mangia io mendico cibo con lo sguardo. Non è colpa mia!