Golden dalla Turchia

Alessandro Manduzio

I Golden Retriever sono conosciuti da sempre più persone per la loro spiccata intelligenza e per essere cani molto equilibrati con una particolare indole pacifica. Questo non può che far piacere a tutti gli estimatori di questo splendido animale,  ne è convinta anche Yasemine Baban, animalista turca che da 10 anni a questa parte si sta occupando di aiutare i Golden Retriever turchi privi di una famiglia e che sempre più si trovano a vagare senza meta per le strade di Instanbul.

 

Facciamo un passo indietro...

In generale il rapporto con i randagi da parte di questa città ha radici antichissime. Fin dall'impero Ottomano i cani sono stati silenti testimoni dei vari stravolgimenti e vicessitudini turche entrando nei secoli a far parte di diritto del tessuto urbano delle varie città; si stima infatti che per le strade della sola capitale ce ne siano tra i 70000 ed i 150000. Non è la loro una vita sicuramente facile ma sono comunque considerati dalla popolazione parte della storia turca, tanto da far scendere in piazza migliaia di persone a protestare  nel 2012, per il sovraffolamento canino, quando il governo volle cambiare la legge (legge di protezione animale n. 5199) permettendo di catturare e sacrificare gran parte di loro.

 

 

Ma perchè proprio Golden Retriever?

In passato possederne uno era visto per la classe medio/alta turca simbolo di benessere, un vero e proprio status symbol da mostrare con orgoglio; purtroppo con il passare del tempo e con l'evidente aumento e diffusione di questa razza, questo non fu più così palese ed il risultato possiamo ben immaginarcelo. Tanti di questi cani, abituati alle comodità della vita domestica vennero semplicemente messi alla porta scontrandosi con le difficoltà del doversela cavare completamente da soli. Aggiungiamo il fatto che, avere un carattere poco incline al litigio, non aiuta nella sempre più difficile contesa delle poche risorse a disposizione, soprattutto di fronte a cani randagi ben più scafati e senza dubbio molto più "incattiviti" dalla vita di strada.

Questo è lo scenario che Yasemine Baban si è trovata di fronte nei canili e strade di Istanbul, quando 10 anni fa ha deciso di ritornare nel suo paese... tra svariate tipologie di cane, vi era perciò una considerevole quantità di Golden Retriever.

 

Baban insieme ad altri animalisti è da tempo che aiuta in concreto svariati cani meticci e non, e quasi per casualità viene a conoscenza di una associazione americana, la Adopt a Golden Atlanta che si occupa in particolar modo di trovare una nuova casa ai Golden sfruttando la gran popolarità che godono negli USA. Perchè non dare una possibilità di vita concreta a questi animali? Non ci pensa due volte, e si mette subito in contatto con Lauren Genkinger presidente di questa associazione no-profit, ovviamente trovando piena disponibilità e collaborazione per le adozioni. Superato lo scoglio della burocrazia turca e nonostante alcune malelingue hanno spesso accusato di voler lucrare su questi cani, dal 2015, data di inizio di questa collaborazione, molti di loro hanno trovato finalmente la loro salvezza, ironico a dirsi... a ben 6000 miglia di distanza dal luogo di nascita!

 

Il progetto, chiamato per l'occasione "Turkey dog" si concretizza per l'esattezza il 9 maggio del 2015. Un primo carico di 36 ignari golden, atterra finalmente nella città di Atlanta in Georgia.

Cani comprensibilmente spaesati, gran parte con evidenti problemi fisici, sono quindi pazientemente curati e reintrodotti progressivamente alla semplice quotidianeità di tutti giorni attraverso anche un delicato percorso psicologico riabilitativo.

 

A questo primo viaggio ne sono seguiti altri 15 e quasi 1000 Golden Retriever sono stati tratti in salvo in quasi 3 anni. L'eco dell'operazione non si è fermata qui, ha smosso anche altre associazioni muovendosi per aiutare anche altre razze e meticci bisognosi. I cani non lo sapranno mai ma l'artefice di tutto è una semplice donna turca amante degli animali.

 

E' proprio vero quando si dice che da piccoli e spontanei atti di amore si ottengono sempre grandi risultati... la somma è sempre il tutto!

 

 

 

 

Commenta con Facebook

Altri Articoli che potrebbero interessarti

 

Kukur Tihar: Festa di Ringraziamento per i Cani

Spesso raccontiamo di animali maltrattati ( Il festival di Yulin ), abbandonati

 

Le Ricette di Golden Retriever Italia - Torta di Compleanno

TORTA DI COMPLEANNO AL POLLO E CAROTE
 
Ingredienti

 

I quiz di Golden Retriever Italia 2


 

 

L'anno del cane

Il Capodanno cinese è una delle feste più importanti della Cina, è una via di mezzo tra il nostro Natale ed il classico Capodanno occidentale, nella quale si scambiano piccoli doni (rigorosamente i